per tutta la durata dell'emergenza COVID-19 il nostro numero telefonico sarà lo 0692959943

itzh-CNenfr

A Roma il primo OPEN DAY dei Vigili del Fuoco

In occasione dell’evento del 4 Maggio 2016 è stato promosso un allestimento di opere d’arte ideate dal personale della Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica. All’appuntamento ha partecipato il Consigliere CNPAePAL Marcello Polverari.

Nell’ambito del più generale processo di riforma della Pubblica Amministrazione in atto, incentrato sull’innovazione delle strutture pubbliche, si è svolta presso la Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile, la prima edizione di un “OPEN DAY”, basata su due momenti di riflessione: una conferenza dal titolo “Innovazione, analisi e prospettive” e una visita ai vari Laboratori della Direzione, con esposizione di opere d’arte realizzate dal personale.

Tra i fondamentali compiti istituzionali svolti dalla Direzione per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica rientra la predisposizione delle regole tecniche e lo studio, la ricerca, la sperimentazione e il controllo dei prodotti che hanno attinenza con il fuoco: l’iniziativa dell’OPEN DAY, quindi, ha rappresentato una occasione di approfondimento, incontro e confronto con le Università, le Associazioni imprenditoriali, gli Ordini professionali, gli Enti di ricerca ed i vari stakeholder con cui la Direzione stessa interagisce a vario titolo.

L’obiettivo delle attività svolte è stato il miglioramento della conoscenza e l’ampliamento delle possibili collaborazioni di carattere tecnico-scientifico nel campo dell’innovazione dell’attività antincendio. Il cittadino-utente assume oggi un ruolo realmente partecipe e protagonista nel quadro del servizio pubblico, ne consegue che le diverse espressioni della Pubblica Amministrazione, ivi compreso il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile, sono obbligate a porre in essere le proprie attività ispirandosi a principi di comune interesse quali: il rigore, la semplificazione e l’efficienza.

  • Creato il .
  • Visite: 1234